Home Eventi Libere identità: famiglia, scuola ed educazione di genere

Libere identità: famiglia, scuola ed educazione di genere

0 1097

Sin dall’infanzia la società ci propone modelli di comportamento basati sul nostro sesso biologico, stereotipi che condizionano lo sviluppo della nostra identità. Modelli secondo cui le bambine devono giocare con le bambole e i bambini con le costruzioni. Educare al genere significa rompere questi preconcetti lasciando che la propria identità si sviluppi liberamente. Ne parleremo durante l’incontro “Libere identità: famiglie, scuola ed educazione di genere”. L’evento, organizzato dal circolo Arci “l’Arcipelago”, è fissato per giovedì 16 aprile alle ore 18:30 nella sala consiliare del comune di Valenzano.

Partendo dalla definizione e dalla differenziazione dei vari concetti relativi all’identità di genere, esamineremo il ruolo di scuola, famiglia e delle altre istituzioni educative nel processo di abbattimento dei pregiudizi sull’identità di genere. Analizzeremo il modo in cui gli stereotipi di genere e le culture violente minano il benessere della comunità e del singolo individuo e come, al contrario, la crescita in un contesto che mette al centro la persona possa favorire lo sviluppo di identità serene. L’obiettivo è di stimolare la discussione sugli strumenti da utilizzare per una corretta formazione e informazione sul tema.

Lavorare sulle identità di genere significa prima di tutto lavorare a livello culturale. Per questo saranno coinvolti rappresentati di varie realtà educative. All’evento interverranno Carmela Ponzone, referente dell’ufficio scolastico territoriale di Bari, Rosy Paparella, Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia, Lucia Laterza, referente di AGEDO Puglia (Associazione genitori di omosessuali) e componente del FORAGS (Forum associazione genitori), Federico Falco, Formatore Capi AGESCI. Introduce e modera la psicologa Paola Gaudio.

La locandina dell’evento

Nessun commento

Rispondi