Home Stili di vita Escursioni Escursione @Giardino degli dei

Escursione @Giardino degli dei

Prima sveglia: 4:30 am. Forse è troppo presto, dormiamo un altro pò: 5:00am. Driiiiiiiiiiiiiin. E’ tardi!

Per i tesserati ARCIpelago la sveglia suona presto qualche domenica; il 26 ottobre è una di quelle.

Una colazione abbondante, lavaggio veloce di faccia e ascelle, uno sguardo alle occhiaie e via, di corsa al palazzetto dello sport di Valenzano per incontrare le guide e alle 5.30 tutti pronti (più o meno) per dirigersi verso Terranova di Pollino per l’ascesa ad una delle più affascinanti vette del Parco Nazionale del Pollino.

Oltre 50 persone hanno spinto i propri passi nelle magiche faggete del pollino, oltre le nubi, sfidando il freddo e varcando con coraggio e apparente facilità le “grandi porte del Pollino” a quota 1900 m, dove, a suon di vino e panini si è consumato il pranzo.

La nebbia scende fitta e consumando le ultime briciole il gruppo si dirige verso “Serretta della porticella” prima e poi verso i 2054m di “Serra di Crispo” dopo tre ore di cammino. Un ambiente tanto surreale quanto fatato attende gli avventurieri: le voci dei viandanti si perdono nel vento, gli strapiombi della parete nord mettono a dura prova le vertigini e le nubi giocano con i maestosi pini loricati del “Giardino degli dei”. Il paesaggio parla da sé ed è subito chiaro il perchè di quel toponimo.

L’emozione della vetta riscalda gli animi dal freddo e dall’umidità; in fila si scende. Poche ore di cammino per metabolizzare la magia della vetta. L’escursione però sta per finire: gli amici iniziano a scambiarsi i contatti e il buio lentamente saluta le ultimi luci della giornata.

Il dolce cammino sul “rueping” regala le ultime emozioni nel silenzio del buio: il calpestio della ghiaia e lo scricchiolio delle foglie secche dei faggi, ormai spogli e pronti ad affrontare il rigido freddo invernale. Intanto, mentre qualcuno si perde e qualcuno si impegna nel recupero, molti sono già nel caldo delle macchine, per rientrare a casa.

Ciao Pollino, gli amici dell’Arcipelago ti salutano e ti ringraziano per la tua ospitalità, alla prossima.

ARTICOLI CORRELATI

0 378

0 457

Nessun commento

Rispondi